Arpat - Associazione Regionale Produttori Apistici Toscani

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
HOME
prossimi_eventi_es

#36 Congresso AAPI 

 
Attenzione il nostro numero di fax è cambiato ecco il nuovo 055 7472800

Report - marzo 2014

sciame 2014Fioriture
Gli alberi da frutto (pesco, susino, ciliegio, melo) sono ormai tutti in fiore e stanno cominciando, insieme al rosmarino e mimosa, a sfiorire. Il ciliegio è in via di fioritura sotto i 300-400 metri. Il lauroceraso (che solitamente non fiorisce prima di aprile), il nocciolo, il biancospino, il raperonzolo, il tarassaco e altre fioriture di campo si stanno dimostrando importanti fonti nettarifere/pollonifere. Sulla costa è fiorita l'erica ed in collina è prossima alla fioritura.


Questa ampia varietà di fioriture ha favorito una massiccia importazione di polline e in questi ultimi giorni anche di nettare; ci sono già alcuni apicoltori che hanno messo i primi melari per il millefiori primaverile.
L'acacia nel fiorentino e sulle coste sta per mettere le foglie e ci si aspetta, clima permettendo, nelle zone di bassa collina, una fioritura molto anticipata rispetto a l'anno passato.

Situazione delle famiglie
Famiglie belle e, grazie alla massiccia importazione di polline e la buna presenza di nettare, avanti rispetto alla media di stagione e spesso con ancora le scorte del 2013. Già segnalati i primi sciami nel fiorentino e nerll'empolese. Nonostante questa situazione favorevole lo sviluppo delle colonie sembra al momento non riuscire a tenere il passo delle fioriture che sono "scoppiate" con l'arrivo del bel tempo e sembrano essere molto anticipate rispetto alla media stagionale.
Alle quote più basse si raggiungono i 7-8 telaini di covata e gli apicoltori stanno effettuando i bilanciamenti e i primi traslarvi, più indietro le famiglie del Mugello e dell'alto Appennino dove però si iniziano anche qui a vedere i primi fuchi. Sulla costa meridionale, nel fiorentino e nel Valdarno aretino si contano già le prime celle reali e si realizzeranno a breve i nuovi sciami del 2014.

Situazione sanitaria
Gli sciami invernati hanno passato bene l'inverno mentre le famiglie più colpite dalla varroa nel periodo estivo sono oggi soggette a virosi e risultano molto spopolate.
Qualche caso sporadico di nosema nelle famiglie più deboli all'invernamento anche se sembra essersi risolto con l'arrivo del bel tempo.

Share

Ultimo aggiornamento Lunedì 24 Marzo 2014 09:09  

Eventi & corsi

<< Gennaio 2020 >> 
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
    1  2  3  4  5
  6  7  8  9101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

anagrafe apisticaOff 160x50

Previsioni Meteo

Api in Toscana