Arpat - Associazione Regionale Produttori Apistici Toscani

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
HOME

Nuovi e vecchi prodotti contro la varroa - la tabella riassuntiva

E-mail Stampa PDF

Si avvicina il periodo in cui effettuare il trattamento estivo contro la varroa tra i prodotti che in questa estate 2017 potremo impiegare per combattere la varroa oltre ai prodotti già conosciuti riportati qui di seguito in tabella:

Prodotto

Periodo di trattamento in giorni

Principio attivo

Temperature d’impiego

Apivar

42-56

amitraz

Nessuna limitazione legata alle temperature

Apistan

 10 strisce

42-70

Tau-fluvalinate

Nessuna limitazione legata alle temperature

Apitraz

10 strisce

42

amitraz

Nessuna limitazione legata alle temperature

Api life var

 

7*4consecutivamente (28 giorni)

timolo

Non efficacie sotto 15°

sconsigliato oltre 30°

Apiguard

1 vaschetta

15+15

timolo

Non trattare con temperature inferiori a 15°

Tymovar

(21-28)X2

timolo

20°-25° no oltre 30°

MAQS

7

Acido formico

10°-29,5°

Varterminator

10+10

Acido formico

15°-35°

Api-Bioxal

 

Acido ossalico

non inferiori a 9° 

 saranno disponibili altri prodotti registrati nell’ultimo anno:

Prodotto

Periodo di trattamento in giorni

Principio attivo

Temperature d’impiego

APIFOR60

10- 15- 21

Formico al 60%

10°-30°

OXUVAR 5,7%

 

Acido ossalico

 

POLYVAR

 

63

flumetrina

 

In azzuro i prodotti NON autorizzati in apicoltura biologica.
Tra i tre nuovi prodotti per la lotta alla varroa, oxuvar 5,7% è a base di acido ossalico in soluzione e può essere somministrato alle famiglie sia gocciolato che spruzzato.
Polyvar, il cui principio attivo è la flumetina, si presenta come delle strisce forate da posizionare sul predellino in corrispondenza della porta d'uscita delle api. Il prodotto agisce per contatto, le api uscendo dall'arnia dovranno attraversare i fori presenti sulla striscia dove si sfregheranno e verranno a contatto col principio attivo. Non sarà efficace in caso di scarsa o nulla attività di volo.

In caso di temperature esterne molto alte va controllato che le strisce non creino problemi alla ventilazione, nel caso vanno rimosse.
Apifor60, costituito da acido formico al 60% va somministrato alle famiglie per mezzo di erogatori che permettono il rilascio graduale del formico. Come tutti gli evaporanti l'acido formico è soggetto a variazioni di evaporazione a seconda delle temperature. Gli erogatori che possono essere impiegati sono: Nassenheider professional, Bioletal varroa, Aspro-Novar-Form.
Questo prodotto può essere impiegato come trattamento estivo con una durata di trattamento di 21 giorni che permette di raggiungere riduzioni dell'infestazione della varroa tali da permettere lo sviluppo della famiglia fino al periodo dei trattamenti invernali. Questo prodotto può essere utilizzato per tempi d'impiego ridotti, ma non inferiori ai 10 giorni, in modo da ridurre l'infestazione della varroa. Questo metodo di utilizzo non sostituisce un trattamento estivo completo, ma permette una riduzione dell'infestazione che anche se non paragonabile ad un trattamento completo permettere per esempio a famiglie con infestazioni elevate già durante il raccolto dell'acacia di ridurre il carico di varroa tra il raccolto dell'acacia ed il successivo in modo da permettere alla famiglia di sfruttare i raccolti successivi e di non dover anticipare i trattamenti estivi.

Arpat ha predisposto in collaborazione col CRT delle prove di efficacia di apifor 60 impiegando i due tipi di erogatori, il Nassenheider professional e l'Aspro-novar-form.
Nei prossimi incontri con i tecnici parleremo dei vari metodi impiegabili per i trattamenti della varroa nel periodo estivo, sono inoltre in via di attivazione gli incontri in apiario sui trattamenti nelle varie zone, le date verranno a breve comunicate via mail, per chi volesse avere informazioni a riguardo può chiamare l'associazione.

 

 

Share