Arpat - Associazione Regionale Produttori Apistici Toscani

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
HOME

32° Concorso Mieli Toscani - regolamento

E-mail Stampa PDF

img 20170517 125458Il concorso ha lo scopo di incentivare la produzione del miele toscano di qualità e di promuoverne il consumo. 

Il concorso si articolerà nelle cinque categorie:
Acacia - Castagno - Millefiori - Melata - Monoflora vari 

Le categorie potranno diminuire o aumentare per mancanza o maggior diversità di campioni presentati.
Gli apicoltori che intendono partecipare al concorso dovranno consegnare all'Arpat, entro il 1 dicembre o c/o la Coop. Apitoscana, entro e non oltre il 2 dicembre 2017, per ogni
campionatura di miele presentato in concorso:


- 2 confezioni da 250 grammi ciascuna, in idonei vasi cilindrici di vetro chiaro, completamente anonimi

- una scheda di partecipazione debitamente compilata 

- contributo, a parziale copertura delle spese, di euro 12,00 (dodici) di euro 12,00 (dodici)

Sono ammesse campionature di miele toscano prodotto nel corso dell'ultima annata apistica, estratto dai favi mediante centrifugazione e perfettamente pulito, con contenuto d'acqua
inferiore a 18,0%. Per i campioni vincitori si procederà alla verfica del contenuto di HMF che non dovrà superare i 10 mg/kg.
Detti mieli dovranno comunque presentarsi in ottimo stato di conservazione.
I mieli con le caratteristiche non rispondenti a quanto richiesto saranno esclusi dal concorso.
La giuria valuterà le caratteristiche organolettiche del prodotto e stilerà una scheda di valutazione per ogni campione esaminato.
A tutti i mieli che saranno riconosciuti rispondenti ai migliori standard qualitativi verranno assegnati attestati di qualità, ai primi migliori per ogni categoria esaminata verranno assegnati premi di partecipazione consistenti in attrezzature per l'apicoltura . 

La premiazione avverrà  il giorno 16 dicembre  in occasione del convegno annuale in occasione del convegno annuale dell'apicoltura Toscana 

I campioni di miele verranno analizzati da un panel di assaggiatori iscritti all'Albo nazionale esperti di analisi sensoriale del miele

Share