Arpat - Associazione Regionale Produttori Apistici Toscani

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
HOME NORMATIVA
E-mail Stampa PDF

alt


alt Normativa Europea e Nazionale alt

 

Per la normativa Europea e Nazionale si rimanda al sito dell’Unaapi (Unione Nazionale Associazioni Apicoltori Italiani ).

 

alt Normativa regione Toscana toscana

 

La normativa in vigore per la regione Toscana è regolata:

dalla legge regionale n. 21 del 2009norme per l’esercizio, la tutela e la valorizzazione dell’apicoltura”;

dalla legge regionale n. 70 del 2009 che ha abrogato un paragrafo della precedente legge.

 

Modulistica

Chiunque intenda iniziare a praticare l’attività di apicoltore (art. 4) deve, entro 10 giorni dall'istallazione dichiarare tramite il modello A, l'inizio dell'attività ai Servizi Veterinari della Asl dove ha sede l'impresa o dove ha residenza l'apicoltore, specificando:

  • i dati anagrafici del proprietario o del rappresentante legale;
  • il numero di alveari;
  • il tipo di attività: autoconsumo o commercio dei prodotti dell’alveare.

Col modello B, da compilare ed allegare al documento precedente, l’apicoltore è obbligato a comunicare alle Asl, tra il 1 novembre a il 31 dicembre di ogni anno, la consistenza e l’ubicazione dei propri apiari, se ha cessato l'attività, deve comunicarlo entro 20 giorni dalla cessazione.

Qualora l’apicoltore intenda effettuare anche operazioni di nomadismo deve compilare, entro 5 giorni dalla nuova istallazione, il modello C, dichiarando il numero di alveari spostati e il luogo in cui vengono posizionati alla Asl dove ha sede l'impresa o dove è residente l'apicoltore prima del trasferimento degli alveari.

È possibile consegnare direttamente i moduli alle Asl o inviarli per fax o posta elettronica, allegando la copia di un valido documento di identità dell'apicoltore o del rappresentante legale. La consegna di questa dichiarazione è indispensabile, per gli apicoltori che operano a fini economici, quale requisito per accedere ai bandi di assegnazione di  contributi per l'apicoltura.

 

I soci Arpat, compilando questo modulo con lla copia di un documento allegato, possono delegare l’associazione a comunicare alle Asl i dati inerenti a numero e localizzazione degli alveari.

Per visualizzare l'Asl di appartenenza cliccare qua

 

 

 

 

 

 

Share