Prorogata la presentazione delle domande di sostegno alla filiera apistica

Su richiesta di Unaapi, Agea ha prorogato la data della presentazione delle domande di sostegno alla filiera apistica per mancate produzioni (legge di bilancio n. 234- 30 dicembre 2021) dal 14 novembre

al 30 novembre 2022.

La presentazione delle domande per richiedere il sostegno a favore della filiera apistica (Decreto ministeriale 22 luglio 2022).
 
Sarà possibile effettuare la domanda SOLO tramite un Centro Autorizzato di Assistenza Agricola (CAA) . Arpat non potrà quindi effettuare la presentazione delle domande.  
 
Qui di seguito le principali informazioni
 

BENEFICIARI:

Imprenditori apistici nomadi o stanziali, in forma singola o associata: 

  • registrati in Banca Dati Nazionale Apistica (BDN) come apicoltori professionisti che producono per la commercializzazione 
  • che alla data del 31 dicembre 2021 sono in regola con gli obblighi di identificazione degli alveari (censimento degli alveari)
  • In possesso di fascicolo aziendale aggiornato e completo di codice IBAN e indirizzo PEC

 

IMPORTO DELL’AIUTO: 

  • Incentivazione della pratica dell’impollinazione distribuite agli agricoltori che esercitano tale attività su richiesta degli stessi: fino a 20,00/alveare per il numero di alveari utilizzati nell’attività di impollinazione 
  • a parziale ristoro dei maggiori costi sostenuti per la movimentazione degli alveari “nomadi” e del mantenimento degli alveari stanziali mediante alimentazione succedanea. L’incentivo è erogato sulla base del numero di alveari dichiarati in BDN con un massimale pari a euro 40,00/alveare.

Richiesta di proroga della scadenza per la presentazione delle domande di aiuto a sostegno della filiera apistica

L’Unione Nazionale Associazioni Apicoltori italiani Unaapi, ha richiesto ad Agea una proroga per presentare le domande di aiuto a sostegone della filiera apistica in scadenza il prossimo 14 novembre. Ciò permetterebbe di risolverebbe in tempo utile le molte difficoltà riscontrate dalle aziende nel collegare al fascicolo aziendale SIAN i dati della BDA nazionale (anagrafe apistica). 

IMPORTANTE! Registro dei trattamenti, modifiche alle procedure

la Direzione Generale della Sanità Animale e dei Farmaci Veterinari, ha approvato le nuove procedure operative per la registrazione dei trattamenti medicinali somministrati alle api che entreranno in vigore dal 28 luglio p.v.

Qui di seguito in pillole alcuni punti importanti :

  1. Il registro elettronico non entra in vigore per l’apicoltura.

  2. Per le aziende in commercio, entra in vigore l’obbligo della compilazione del registro cartaceo (per la Toscana diverso da quello usuale), che deve essere vidimato dalla propria asl di riferimento prima della compilazione.

  3. Anche l’attività di autoconsumo dovrà mantenere traccia dell’impiego dei farmaci, acquisto e somministrazione su registro ma non obbligatoriamente vidimato, (è consigliato l’uso del registro proposto dal Ministero).

  4. La registrazione sul registro va effettuata entro 48 ore dalla somministrazione del farmaco.

  5. I documenti d’acquisto dei farmaci devono essere conservati per 5 anni   

Cliccando qui puoi scaricare il registro proposto già pronto per la stampa (occorre stamparlo fronte retro), è possibile aggiungere ulteriori pagine a seconda delle necessità, prima della vidimazione. 

formico

Contributi per la realizzazione di impianti fotovoltaici nel settore agricolo e zootecnico

Come già riportato dal sito Unaapi segnaliamo la la pubblicazione del decreto sull’agrisolare (link) che prevede contributi per la realizzazione di impianti fotovoltaici da installare su edifici a uso produttivo nei settori agricolo, zootecnico e agroindustriale.

ll decreto mette a disposizione 1,5 miliardi di euro dal 2022 al 2026, attraverso i fondi del Pnrr  destinati ai settori agricolo, zootecnico e agroindustriale.