Fiori in Toscana – Luglio

ape girasoleLuglio è il mese in cui molti apicoltori ingabbiano le regine per il trattamento con apibioxal, tuttavia, sebbene l’estate avanzi con le sue alte temperatura, in collina e soprattutto in montagna ci sono diverse specie di interesse apistico in grado di far riempire alle api i melari.

Anche la pianura offre specie interessanti soprattutto nelle aree coltivate (girasole, erba medica, coriandolo) 

Fiori in Toscana – Giugno

castagnoIl mese di giugno è caratterizzato da una importante varietà nettarifera e pollonifera con possibilità di fare svariati mieli monoflora (castagno, tiglio, ailanto, sulla)

Riassumiamo le principali fioriture di maggio e non esitate a segnalarci specie che non abbiamo riportato in tabella.

Report novembre 2014

corso 2014 01Situazione fioriture
Edera e inula sono ormai sfiorite. Sulla costa, in maremma e in alcune zone interne ad esempio nel volterrano è stato fatto un discreto raccolto del corbezzolo.

Report metà ottobre 2014

ape polline2Situazione fioriture

Dopo un settembre di stampo primaverile anche la prima metà di ottobre ha mantenuto temperature nettamente sopra la media.
Per tutto il mese di settembre le api hanno potuto godere di una gran quantità di fonti nettarifere, in particolare edera e inula, quest’ultima ancora in corso.

Report agosto 2014

 

erbamedica cicoria inula

Dopo un luglio con temperature altamente al di sotto della media e frequenti precipitazioni abbiamo finalmente temperature in linea con la stagione estiva.
Cauto ottimismo per agosto dove, le piogge prolungate del mese precedente potrebbero incoraggiare la produzione di melata e di miele millefiori nelle zone vocate.

Report inizio luglio 2014 – poco miele, molta varroa

trappoleSituazione fioriture
Dopo gli scarsi raccolti di acacia anche il castagno sembra aver deluso. Ad eccezione di alcune stazioni nel Mugello e nel Casentino, dove pare che i raccolti di nettare di castagno siano discreti e ancora in corso, nelle altre